Londra nascosta: posti segreti, fuori dalla rotta dei turisti

Tutti conoscono i luoghi turistici di riferimento più famosi di Londra, ma esiste un volto nascosto della città che molti non conoscono.
Se avete voglia di vedere qualcosa di nuovo (appena si potrà tornare a viaggiare), abbiamo in serbo per voi una serie di articoli che vi porteranno fuori dai circuiti più bazzicati, per scoprire i segreti della capitale britannica.

POSTI DA SCOPRIRE NEL QUARTIERE ST. JAMES'S DI LONDRA

Il primo posto in cui vogliamo portarvi si trova nel quartiere di St.James's (zona esclusiva vicino a Buckingham Palace) ed è la piazza più piccola di Londra: Pickering Place. Questa piazza si trova in centro tra Piccadilly Circus e St.James's Palace.
Questo minuscolo cortile è suolo pubblico ed è difficile da trovare se non si sa esattamente dove cercarlo: infatti vi si accede soltanto da uno stretto passaggio pedonale che si diparte dal n.3 di St.James's Street. I pannelli di legno sui muri del passaggio risalgono al XVIII secolo, mentre Pickering Place è ancora illuminata dalle originali lanterne a gas. E' difficile credere che in passato questo luogo tanto grazioso venisse spesso scelto per sfidarsi a duello, ma sembra che l'ultimo avvenuto a Londra sia stato combattuto proprio qui, intorno al 1850.

Al n.19 di St.James's Street c'è James J. Fox, il negozio di sigari più famoso di Londra, che dal 1787 ad oggi ha servito aristocratici e borghesi, artisti e politici, uomini dello spettacolo e del mondo dello sport.
Sia Oscar Wilde che Winston Churchill sono stati clienti fissi e i loro registri sono oggi esposti nel museo del negozio, il cui ingresso è gratuito, insieme alla sedia su cui Churchill si sedeva a fumare.
Se volete fare un tour virtuale del museo, visitate il loro sito www.jjfoxpipes.co.uk.

Il quartiere di St.James's è anche conosciuto come Clubland (la terra dei club) perché è la sede di molti gentlemen's clubs, ovvero tradizionali circoli esclusivi per aristocratici e ricchi borghesi, dove nessuno può entrare a parte i soci e i loro ospiti.
La maggior parte di questi circoli vennero fondati nel 1700 e nel 1800 per fornire agli uomini delle classi alte spazi privati dove rilassarsi, incontrare gli amici, bere o mangiare qualcosa, ma soprattutto giocare d'azzardo senza correre rischi: all'epoca infatti il gioco d'azzardo era illegale al di fuori dei circoli stessi.
Oggi molti club sono ancora appannaggio esclusivo degli uomini (accolgono le donne solo come ospiti ma non come soci) ed entrare a farne parte non è comunque un'impresa facile. L'ammissione si basa su un sistema di segnalazioni da parte di membri che fanno parte del circolo già da anni.
Allora, come possiamo noi comuni mortali dare una sbirciatina? Il Travellers Club, al n. 106 di Pall Mall, è l'unico che ogni tanto organizza delle visite guidate. Venne fondato nel 1819 e originariamente i soci dovevano aver viaggiato almeno 800 km da Londra, mentre oggi devono essere stati all'estero almeno una volta. Come tutti gli altri circoli, il Travellers ha le sue regole e alcune di queste sono decisamente bizzarre: non è permesso bere caffè nella sala da pranzo e i soci possono parlare di affari solo al piano terra, nel vestibolo tra i salotti e la sala da fumo, dove tra parentesi non si può fumare.
Al Travellers sono state girate scene della serie The Crown, trasmessa su Netflix e del film The Riot Club (Posh), del 2014.

Visitare il sito di un club è senz'altro il modo più semplice per dare un'occhiata a ciò che solo i pochi "eletti" possono godersi.

Ecco i nostri suggerimenti per un primo assaggio:
- The Carlton Club, 69 St.James's Street (www.carltonclub.co.uk)
- Brooks's, all'angolo tra St.James's Street e Park Place, talmente esclusivo da non avere nemmeno il numero civico (www.brooksclub.org)
- Boodle's, 28 St.James's Street (www.boodles.org)

ENGLISH VERSION

Hidden London: St. James's

Everyone is familiar with London's most famous landmarks but there's also a hidden face of the city, which many people don't know about.
If you fancy something different, read our articles and wander off the beaten track to learn more about some of the capital's secrets.

ST. JAMES'S DISTRICT

In the district of St. James's, which lies in central London between Piccadilly Circus and St. James's Palace, there's the city's smallest square: Pickering Place.
This tiny courtyard is public property and is easy to miss unless you know where to look; in fact it can only be accessed through a narrow passage just off no. 3 St. James's Street. The timber panels on the walls of the alleyway date back to the 18th century, while Pickering Place itself is still lit by original gaslights. It's hard to believe that such a pretty spot was once a favourite place for duels, but it is claimed that the
last duel in London was indeed fought here in the 1850s.

At 19 St. James's street you'll find James J. Fox, London's most famous cigar shop. The business was established in 1787 and has since then served aristocrats and commoners, artists and politicians, businessmen and sportsmen. Both Oscar Wilde and Winston Churchill were regular customers and their ledgers are now on show in the shop's free museum, along with the chair where Churchill used to sit and smoke.
For a virtual tour of the museum highlights, visit www.jjfoxpipes.co.uk

St. James's is also known as Clubland because it is home to several traditional gentlemen's clubs, where no one except members and their guests is admitted.
Most of these exclusive institutions were founded in the 18th and 19th centuries with the aim to provide upper-class men with a private place where they could relax, meet friends, have a drink or a meal. First
and foremost, however, they provided them with a safe environment for gambling, which was illegal at the time outside members-only establishments.
Nowadays, many clubs are still the exclusive preserve of men (they welcome women as guests but not as members) and joining is never an easy feat anyway, because admittance is based on a system of nomination by individuals who have already been members for years.
So, how can we mere mortals take a peek inside? The Travellers Club, at 106 Pall Mall, is the only one that occasionally organises guided tours of its premises. It was founded in 1819 and its members were originally required to have travelled at least 800 kilometres from London, while now they just need to have been abroad once. Like all other clubs it has its rules, some of which sound decidedly odd: drinking coffee in the dining room is not permitted and members can talk business only on the ground floor, in the
vestibule between the morning rooms and the smoking room (where smoking is not allowed). The club was used as a filming location in the web television series The Crown and also in the 2014 British drama
movie The Riot Club.
Visiting the clubs' websites is an easier way to catch a glimpse of what only the happy few can enjoy.

We suggest the following, just for starters:
- The Carlton Club, 69 St. James's Street (www.carltonclub.co.uk)
- Brooks's, on the corner of St. James's Street and Park Place, so exclusive that it doesn't even have a street number (www.brooksclub.org)
- Boodle's, 28 St. James's Street (www.boodles.org)

I commenti sono chiusi